ESTENSIONE CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

Valerio M. (7 aprile)

Buongiorno, ho un bar pizzeria con 2 dipendenti, la contatto perchè sono molto preoccupato in quanto uno dei due purtroppo è stato assunto il 1 marzo ed ora è a casa. Come lei sa la cigd però non copre i lavoratori nella sua situazione. Cosa per me incomprensibile. So che lei si è interessata alla questione. Può dirmi per favore cosa succede? C’è qualche possibilità che questa cosa assurda venga corretta?

Gentile Valerio M, il decreto Cura Italia per il momento prevede solo il riconoscimento della cassa integrazione in deroga per i dipendenti già assunti al 23 febbraio 2020. Questa è già una previsione importante, però l’obiettivo del Movimento 5 Stelle è quello di non lasciare indietro nessuno e di supportare il più possibile chi è in difficoltà a causa della emergenza sanitaria in corso . Per questo motivo in questa settimana al Senato, durante i lavori per trasformare il decreto CuraItalia di marzo in una legge dello Stato, stiamo completando il più possibile i suoi contenuti. Proprio ieri abbiamo appunto inserito la modifica che estende la platea dei beneficiari anche ai dipendenti assunti fino al 17 marzo 2020.

Questa modifica è un ottimo passo avanti, ma non e ancora definitiva. Nelle prossime settimane proseguiranno i lavori in Parlamento e per poter avere il testo definitivo si dovrà attendere il termine dell’iter e la pubblicazione della legge in gazzetta ufficiale.
Questo è quanto posso dirle per ora.
La saluto cordialmente e le confermo che l’impegno da parte del Movimento 5 Stelle è massimo a favore dei cittadini .
Forza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.