GIOCO D’AZZARDO, COMUNE POTENZA: SEDUTA CONGIUNTA IV E V COMMISSIONE

GIOCO D’AZZARDO, COMUNE POTENZA: SEDUTA CONGIUNTA IV E V COMMISSIONE

Confermata volontà di mantenere alta l’attenzione sul tema e prendere presto iniziative utili nell’immediato e nel medio periodo per il contrasto ma soprattutto per la prevenzione
Roma, 17 novembre 2017 – 13:51

I presidenti della Quarta e Quinta Commissione consiliare permanente del Comune di Potenza, rispettivamente Bianca Andretta e Savino Giannizzari, hanno presieduto i lavori della seduta congiunta nel corso della quale è stato affrontato il tema del gioco d’azzardo. Ludopatia, dipendenza, giocatori compulsivi, ma anche titoli autorizzativi, licenze, normativa vigente e altri aspetti legati alla problematica analizzata, sono stati al centro della discussione che ha visto l’audizione degli assessori ai Servizi sociali e alle Attività produttive, Valeria Errico e Carmen Celi e della referente comunale per la ludopatia, Lucia Ruoti. Dopo l’introduzione curata dai due presidenti, è stato illustrato come, secondo quanto indicato dall’Osservatorio regionale sulla dipendenza dal gioco d’azzardo, si stia operando per intraprendere, con le associazioni e le istituzioni competenti in materia, le iniziative utili nell’immediato e nel medio periodo.

Dell’Osservatorio fanno parte l’assessore regionale alla Sanità, due rappresentanti dei Comuni di Potenza e Matera, un rappresentante per ciascuna delle Asl di Potenza e Matera, un rappresentante dei Centri Servizio per il Volontariato, due rappresentanti delle associazioni di volontariato e di promozione sociale, un rappresentante dell’associazione ‘Famiglie fuori gioco’. La prevenzione, prima ancora che il contrasto, è tra le priorità emerse durante il confronto, che ha visto i contributi dei membri delle due commissioni, prevenzione da attuare a cominciare dalle scuole. Limitazione degli orari di apertura degli esercizi nei quali si pratica il gioco d’azzardo e rispetto dei medesimi orari, somministrazione di questionari volti anche a far prendere coscienza del problema alle persone interessate, che spesso non riescono e non vogliono farlo, sono alcune delle proposte emerse, insieme a un maggior controllo da parte degli organi chiamati a esercitarlo. Nel concludere la riunione i presidenti hanno confermato la volontà di mantenere alta l’attenzione sul tema e di tenere aggiornate le Commissioni in merito alle iniziative e ai riscontri che si andranno a ottenere.

230total visits,1visits today

Lascia un commento