#ComunediPotenzatuttiacasa

Una giunta comunale come quella della città di Potenza che a poco più di un anno dal rinnovo dei suoi componenti si trova a barcamenarsi tra le indicazioni che arrivano a destra e a manca, indice degli sconvolgimenti determinati dalla tornata elettorale del 4 marzo scorso, deve solo vergognarsi della completa assenza di responsabilità verso i suoi cittadini.

E’ impensabile che si viaggi border line tra chi nega le linee, o meglio gli ordini di scuderia provenienti dal proprio partito, che nel frattempo viene disconosciuto ipotizzando una sorta di stand-by come se non pesasse sugli umori e le polemiche innescate per spostare l’attenzione dalle problematiche serie della comunità; chi, diversamente, offre la propria disponibilità a ritirarsi dal suo ruolo per una sorta di “rispetto” verso qualcuno nella più completa incomprensione dei meccanismi sottesi,  mentre il sindaco De Luca ne conferma la fiducia in attesa che probabilmente si delineino con maggiore chiarezza i programmi relativi ad una sua presumibile candidatura bis. Tutto questo mentre le linee progettuali dei programmi definiti ed approvati non si sono concretizzate o sono state dirottate su percorsi alternativi; mentre la città continua a soffrire dei disservizi e delle difficoltà che quotidianamente costringono i suoi cittadini a sopravvivere anziché vivere; mentre la frattura tra istituzioni e società civile aumenta sottraendo fiducia a quelle istituzioni che dovrebbero garantire un buon governo. La parola responsabilità viene usata solo nelle kermesse elettorali per garantirsi il proprio per poi squalificarla non appena le posizioni diventano garanzia di intoccabilità. Questa giunta per garantirsi l’ultimo sprazzo di decoro che le è rimasto dovrebbe solo dimettersi.

 

Portavoce Comunale Movimento 5 Stelle

Savino Giannizzari

700total visits,2visits today

Lascia un commento