IL COMUNE IN COMUNE

Si porta a conoscenza della cittadinanza tutta che il gruppo comunale del Movimento 5 Stelle di Potenza, nella persona del consigliere Savino Giannizzari, ha istituito gruppi di lavoro, uno per ciascuna commissione consiliare, per discutere delle tematiche comunali, nell’ottica di un’apertura delle attività politiche al contributo delle competenze e delle energie dei concittadini. Pertanto si invitano gli attivisti, gli iscritti o anche i semplici simpatizzanti del Movimento 5 Stelle di Potenza, che vogliono collaborare, a inviare un breve sunto delle proprie esperienze professionali all’indirizzo mail potenza5stelle@gmail.com, indicando anche l’area d’interesse.
Le aree tematiche sulle quali si cerca collaborazione sono le seguenti:

Prima commissione consiliare permanente
Affari generali ed istituzionali, rapporti con gli altri enti istituzionali, organizzazione e risorse umane, regolamenti, contenzioso

Seconda commissione consiliare permanente
Patrimonio – finanze – bilancio

Terza commissione consiliare permanente
Urbanistica, opere e lavori pubblici, assetto del territorio, edilizia scolastica

Quarta commissione consiliare permanente
Sport, istruzione, cultura, servizi sociali, politiche giovanili,pace, immigrazione, sanità, partecipazione, politiche abitative, tutela consumatori, pari opportunità

Quinta commissione consiliare permanente
Programmazione e sviluppo economico, attività produttive, turismo,
formazione e lavoro, ricostruzione, protezione civile

Sesta commissione consiliare permanente
Mobilità, Ambiente e qualità della vita, riqualificazione urbana,
pubblicità, politiche energetiche.

Immigrazione: risorse per chi?

COMUNICATO STAMPA SULLA NOTA AL PREFETTO E AL SINDACO
—————————————–
Quando lo abbiamo fatto presente in passano siamo stati tacciati ingiustamente di razzismo.
Ma era solo buonismo a basso costo da parte di chi non ha voluto capire l’essenza del nostro allarme. E oggi le conseguenze sono più o meno come avevamo previsto. Con le nostre note inviate al prefetto e al sindaco volevamo sapere se vi erano garanzie su chi viene ospitato a Potenza nell’ambito dell’accoglienza dei migranti richiedenti asilo. Nessuno di noi dimentica chi siamo stati e quanti di noi hanno parenti emigrati soprattutto per ragioni economiche e che dall’Italia sono partiti molti fra i maggiori delinquenti, che poi hanno costituito fra le maggiori organizzazioni criminali del mondo. E proprio per questo, memori di questi eventi, chiedevamo garanzie su chi venisse ospitato. Perchè anche dai paesi africani possono provenire, oltre a tanta brava gente che merita aiuto e considerazione, tanti delinquenti e teste calde che fra l’altro non hanno nulla da perdere. Lo dicono gli stessi migranti: fra loro vi sono molte teste calde.
Quindi non è una questione legata al colore della pelle, della razza o del credo religioso, ma alla cultura, al rispetto delle donne e al senso che si da all’evoluzione civile dell’uomo e del convivere. Faticosamente raggiunto in questi anni in Italia e a Potenza. Noi tutti vogliamo andare in giro tranquilli senza dover temere che fra i tanti gruppi di quei ragazzi per bene che girano per la città si celino malavitosi o gente incivile difficilmente gestibile. E questo anche a tutela di quei migranti che hanno buone intenzioni e che giustamente chiedono riparo e dignità di vita. E sulla base di questo principio che abbiamo inoltrato al Prefetto e al Sindaco una nuova richiesta di dare fine all’accattonaggio invadente per la città, che potrebbe essere gestito da organizzazioni illegali e a predisporre una particolare attenzione alla esponenziale crescita di risse, ubriachezza molestia e aggressione ai cittadini e alle forze dell’ordine quando sono chiamate a intervenire.
Movimento 5 Stelle Potenza

PARCHEGGI BLU: ennesima interrogazione sulla situazione dei parcheggi a Potenza

PARCHEGGI BLU

Il Movimento 5 Stelle di Potenza ha presentato un’ennesima interrogazione sulla situazione dei parcheggi a Potenza, ponendo diversi quesiti che tendono a fare chiarezza sul rispetto delle regole e delle necessità.

E’ stato chiesto se i parcheggi liberi siano adeguati rispetto a quelli a pagamento come previsto dalle norme; Se tutti quelli blu siano realmente necessari in tutti i luoghi ove sono stati istituiti in virtù del principio del farli pagare, ove v’è carenza, in modo da farli utilizzare il tempo strettamente necessario; Di far pagare mezz’ora, la prima e la seconda ora poco e in modo crescente; Di predisporre carnet di ticket scontati per i residenti a Potenza; Se gl’ incassi saranno destinati alla realizzazione di nuovi parcheggi come la legislazione suggerisce; Se il parcheggio seminterrato nel nuovo plesso residenziale di via Cavour sarà fruibile e perché fin’ora non lo è; Se il pagamento per il disbrigo burocratico chiesto ai residenti è quello di costo; Se il sabato, la domenica e dopo le 20 è legittimo richiedere il pagamento del parcheggio. E così via. Quello della situazione dei parcheggi a Potenza è uno dei temi che il Movimento 5 Stelle di Potenza ha affrontato con serietà, caparbietà e competenza sin dall’inizio della consiliatura; Fornendo un valido contributo per chiarire molti aspetti non proprio trasparenti e legittimi. A partire dalla delibera a firma dell’assessore alla mobilità Gerardo Bellettieri, con la quale la gestione e la riscossione sarebbero stati affidati a una ditta privata, per altro di fuori Potenza, senza che venissero rispettate le più elementari regole sull’affidamento di lavori e servizi pubblici. Fortunatamente, contrariamente a quanto hanno fatto gli altri gruppi, anche quelli che in consiglio erano presenti già nella scorsa legislatura e nella giunta, che non hanno battuto ciglio conoscendo a fondo la questione, il Movimento 5 Stelle si è imposto bloccando, con l’appoggio di pochi altri giovani consiglieri, il consumarsi dell’ennesima e costosa stortura per l’amministrazione di Potenza. Per i non addetti, si tratta di circa 4 milioni l’anno di incassi che ora finiranno nelle casse del comune invece che dei privati. Altra questione annosa che ha richiesto “l’abbattimento di molti muri di gomma” riguarda il parcheggio dell’ospedale San Carlo; Situazione che allo stato risulta irregolare così come è stato dimostrato; Della quale anche l’amministrazione De Luca, come ha fatto la precedente, intendeva impunemente lavarsene le mani. Ci sono voluti 3 anni e oltre di battaglie per convincerli che quel parcheggio non è “zona franca” e che deve ricadere sotto la legislazione prevista per tutti i parcheggi pubblici e a uso pubblico. Ma, purtroppo, il muro sollevato sia dalla giunta sia da alcuni presidenti di commissioni, quelle preposte ai regolamenti e all’urbanistica, ha richiesto uno sforzo notevole per divenire alla conclusione che: lavarsene le mani è contro norma e, si potrebbe dire, potrebbe risultare come un atteggiamento teso ad agevolare “un’allegra gestione” di quel parcheggio a spese dei cittadini di tutta la regione e a favore dei privati, che si recano in ospedale per estrema necessità e non per frivolezze. Purtroppo siamo ancora in attesa che il presidente della I Commissione, Felice Scarano, che in quanto assessore al traffico quando fu istituito la prima volta il pagamento del parcheggio dell’ospedale cittadino, doveva ben sapere che non si poteva far finta di nulla, si prodighi per convocare la commissione al fine di modificare il regolamento in materia e che contempli anche quel luogo come territorio sotto la legislazione cittadina . A tutte le forze politiche che oggi s’indignano, come sta avvenendo in questi giorni, domandiamo: dov’erano quanto il Movimento 5 Stelle si batteva in quasi solitaria su questo tema e loro si opponevano?

M5S chiede intervento contro accattonaggio Potrebbe essere gestito da organizzazioni illegali

Migranti a Potenza: M5S chiede intervento contro accattonaggio

Potrebbe essere gestito da organizzazioni illegali. Particolare attenzione alla esponenziale crescita di risse, ubriachezza molestia

Migranti a Potenza: M5S chiede intervento contro accattonaggio Potrebbe essere gestito da organizzazioni illegali. Particolare attenzione alla esponenziale crescita di risse, ubriachezza molestia Quando lo abbiamo fatto presente in passano siamo stati tacciati ingiustamente di populismo. Ma era solo buonismo a basso costo da parte di chi non ha voluto capire l’essenza del nostro allarme. Continua a leggere

PREVENZIONE INCENDI: il M5S chiede efficienza e rispetto della legalità

INTERROGAZIONE URGENTE M5S: PREVENZIONE INCENDI

Interrogazione urgente – richiesta di notizie sui servizi di prevenzione incendi espletati dal personale dell’Ufficio Protezione Civile Comunale. Richiesta di potenziamento di idranti a colonna nelle zone periferiche della città.

Il sottoscritto Consigliere Comunale Savino Giannizzari, capo gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, espone quanto segue, PREMESSO CHE: Che l’estate 2017 verrà certamente ricordata tra le peggiori degli ultimi decenni sul fronte degli incendi boschivi in Basilicata ma anche sul territorio della città di Potenza (è il caso di ricordare, in particolare, lo spaventoso incendio tra il territorio di Potenza e quello di Pignola che ha raso al suolo diversi ettari di bosco e di terreno agricolo e circondato dal fuoco alcune abitazioni poderali, dove grazie all’intervento del Vigili del fuoco e volontari si è provveduto, in tempo, allo sgombero di alcune famiglie); Continua a leggere